Corso Aromaterapia Autoproduzione online e residenziali

aromaterapia e oli essenziali

Letteralmente la parola Aromaterapia significa curare attraverso i profumi, fin dagli alberi della civiltà questa disciplina è stata utilizzata proprio per questo scopo. E’ impossibile non lasciarsi affascinare dalle materie aromatiche che evocano emozioni, ricordi, sensazioni.

Breve storia

Nell’antichità l’unico modo per medicare ferite e curare malattie veniva effettuato attraverso l’uso delle piante. Già nel lontano 4000 a.C. gli egizi adoperavano gli oli essenziali nella procedura di imbalsamazione e mummificazione, i sacerdoti li usavano per riti e profumazioni. Gli arabi hanno estratto i primi oli essenziali puri e non c’è da meravigliarsi visto che erano i principi delle spezie e che hanno inventato il Laudano, un bevanda antidolorifica. Attraverso le crociate, i romani introdussero l’arte degli scambi culturali e commerciali e di conseguenza la disciplina di usare e curarsi con le piante si diffuse fino ad arrivare in Francia dove a seguito di approfonditi studi e ricerche, nel 17° secolo si conobbero già circa 100 oli essenziali e le loro proprietà curative. La medicina di sintesi fu la causa di abbandono della fitoterapia e aromaterapia almeno fino al 20° secolo quando nel suo laboratorio lo studioso Renè Gattefonsè subì una grande ustione, spontaneamente immerse il braccio in un contenitore di olio essenziale di lavanda e ne trovò immediatamente un forte sollievo e miglioramento della pelle. Inventò così la parola Aromaterapia. Questo grande personaggio fu seguito da Valnet chirurgo militare il quale guarì in tempo di guerra numerosi soldati grazie alle proprietà antisettiche degli oli essenziali. Negli anni 70 furono scoperti i chemio tipi e nell’anno 1887 il dot. Chamberland riuscì a provare scientificamente le virtù antibiotiche degli oli essenziali.

Gli oli essenziali e le loro proprietà

Gli oli essenziali sono la parte odorosa volatile della pianta e vengono estratti da precise parti di essa in base alle quali caratterizzano proprietà curative diverse quali posso essere antinfettive, antivirali, antisettici, sedative, antinfiammatorie etc. Dalle piante non solo si ottengono oli essenziali ma molti altri prodotti che possono essere usati come base per per la preparazione di creme o unguenti a cui è possibile unire gli oli essenziali, siamo parlando di oli vegetali e idrolati. gli idrolati, come gli oleoliti, altro risultato della lavorazione delle piante, hanno le stesse proprietà degli oli essenziali ma con minore intensità ciò significa che grazie alla loro delicatezza, sono più adatti ai bambini.

 

Come usarli e chi li deve evitare

Pur essendo naturali al 100% non dobbiamo dimenticare che abusarne provocherebbe gravi conseguenze per tanto è necessario rispettare rigorosamente le dosi consigliate dall’operatore, inoltre è importante tenere sempre ben presente che le discipline alternative quali l’aromaterapia, non vuole assolutamente sostituire il campo medico per cui è sempre un’ottima idea coinvolgere il proprio medico di base che potrà aiutarci eseguendo egli stesso la diagnosi del disturbo. Gli oli essenziali possono essere utilizzati per via interna o esterna, attraverso inalazioni o massaggi, nei bagni o nei pediluvi, in shampi e saponi. Non devono essere utilizzati da donne in stato di gravidanza o durante la fase di allattamento, nei bambini inferiori ad una certa età, da persone che soffrono di epilessia, contemporaneamente a trattamenti omeopatici. Alcuni oli essenziali non sono assolutamente indicati per persone asmatiche.

 

Se vuoi saperne di più segui i miei corsi:

Riceverai un coupon che ti permetterà di acquistare i prodotti dal mio fornitore di fiducia con il 15% di sconto!

Ex L.4/2013

Corso Aromaterapia Autoproduzione online e residenziali ultima modifica: 2016-01-03T12:12:03+00:00 da Pamela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *